Skip to content

AROSIO CHIESA DI S. MICHELE

AROSIO CHIESA DI S. MICHELE

La chiesa parrocchiale di S. Michele di Arosio, ha un origine che risale a prima dell’anno Mille , anche se le prime citazioni su essa si riscontrano in documenti storici dei primi anni del 1200.

Pur conservando chiare tracce romaniche , soprattutto nella facciata, la chiesa nel corso dei secoli ha subito molte modifiche e trasformazioni fino ad avere un ’assetto molto simile a quello attuale dal XV secolo.

Nel Seicento l’edificio fu rialzato e fu aggiunto l’Altare Maggiore in stile Barocco, successivamente vennero aggiunte le cappelle laterali e il portico a 4 campate.

L’esterno é impreziosito da una meridiana del 1664 e da un bellissimo battistero risalente al Trecento.

L’interno, a navata unica , conserva straordinari affreschi di Antonio da Tradate, risalenti al 1508, dedicati a temi classici della cultura Cristiana come la Natività , la Passione , la Crocifissione e la Resurrezione.

Da segnalare inoltre , tra gli affreschi , anche una Pietà , una Vergine Assunta e una raffigurazione di San Francesco. 

La decorazione pittorica della volta è di Bernardino Ferroni di Arosio e risale al 1906, mentre quella della cappella della Vergine del Rosario é opera di un altro artista locale, Bartolomeo Rusca (1709). L’altar maggiore, di stile barocco, risale alla metà del Seicento.

L’ultima restaurazione della chiesa risale agli anni 1999-2001 ( a cura dell’arch. Renzo Richina ) mentre il nuovo arredo liturgico é stato seguito dall’arch. Gianfranco Rossi.

Condividi!

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest

Ultimi Articoli

Tag