Skip to content

Bicicletta che passione

Bicicletta che passione

Negli ultimi anni l’acquisto e l’utilizzo delle biciclette sia muscolari che elettriche è aumentato in maniera esponenziale anche nella nostra regione. Sempre più persone hanno adottato l’utilizzo della bicicletta come alternativa ai mezzi pubblici e all’automobile per risparmiare tempo e denaro, per promuovere la salute e in tempi di coronavirus come alternativa igienica al trasporto pubblico.Il Malcantone è una regione che offre svariate opportunità agli appassionati delle due ruote. Dai numero percorsi immersi nel verde, alla pista ciclopedonabile Caslano – Agno, fino agli svariati itinerari che vedono il Malcantone come zona di transito o di arrivo.

L’utilizzo della bicicletta aiuta a mantenersi in forma e favorisce una generale tonificazione del corpo.

Ecco alcuni buoni motivi per pedalare tutto l’anno:

  • Rende più felici: pedalare abbassa lo stress e diminuisce la depressione. Come tutti gli sport, il ciclismo stimola la produzione di endorfine, ormoni che attenuano la fatica e il dolore e hanno un effetto positivo sull’umore. Inoltre, andare in bicicletta ci fa sentire più energici, allontana la fatica e lo stress. Coloro che praticano questa attività regolarmente, hanno maggiore possibilità di sembrare più giovani e tonici, rispetto a chi non la pratica. 
  • Mantiene in forma: Il ciclismo è uno sport aerobico e, quindi, indicato per chi vuole perdere peso. Se praticato con costanza e abbinandolo ad una corretta alimentazione permette di perdere peso. pedalando si tonificano polpacci, glutei e muscoli lombari della colonna vertebrale. Inoltre, si rafforzano i muscoli e le ossa della zona dorsale impegnata nel mantenere la postura corretta, quindi anche la schiena ne riceve benefici. 
  • Protegge il cuore: la bicicletta è utile per la prevenzione delle malattie cardiovascolari e ne evita il peggioramento negli anziani. Il muscolo cardiaco attraverso un’attività costante diventa più forte e in grado di resistere maggiormente alla fatica. Pedalare rafforza gradualmente non solo il cuore ma anche la ventilazione polmonare, nei muscoli impegnati aumenta la vascolarizzazione e migliora la capacità di estrazione di ossigeno dal sangue e di utilizzo dei carboidrati.
  • Non danneggia le articolazioni: a differenza di altri sport come la corsa il ciclismo è un sport a basso impatto con il terreno, la bicicletta preserva i tendini e mantiene attive le articolazioni di ginocchia, anche e caviglie. Pedalando, infatti, non si esercitano pressioni sulle articolazioni degli arti inferiori anzi il movimento rotatorio ha un effetto protettivo delle loro cartilagini. Anche la colonna vertebrale e le ginocchia non vengono sovraccaricate come nella corsa, perché il peso del corpo si scarica interamente sul telaio della bicicletta 
  • Diminuisce l’affaticamento: i ciclisti, nonostante la fatica che possono sopportare in lunghe e pendenti arrampicate, hanno maggior energia: secondo uno studio andare in bicicletta a ritmo moderato per almeno 3 volte la settimana, stimola la produzione di dopamina, che innalza i livelli di energia del 20% e riduce la sensazione di fatica del 65%.
  • Allunga l’aspettativa di vita: più si pedala intensamente e più si allunga l’aspettativa di vita, soprattutto perché si evitano malattie cardiache. Uno studio sostiene che pedalare con un ritmo abbastanza sostenuto potrebbe aiutare gli uomini a vivere quattro anni in più e le donne cinque. 
  • Non è pericolosa: la bicicletta può essere pericolosa, soprattutto nelle città, a causa degli incidenti stradali e dell’inquinamento. Tuttavia, nonostante i rischi a cui sono esposti, i ciclisti sono coinvolti in meno incidenti rispetto a quelli in cui sono coinvolti coloro che guidano automobili.

Condividi!

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest