Skip to content

Golf Club Lugano, una lunga storia di successo

Il Golf Club Lugano è uno dei fiori all’occhiello del territorio del Malcantone, essendo ubicato a Magliaso. Il campo si snoda lungo il fiume Magliasina su un terreno pianeggiante tra boschi di betulle, querce, pini, faggi, rododendri, oleandri e azalee, tra cui si incontrano molti scoiattoli e anche uno splendido airone, che spesso sosta tra le buche 10 e 11. incontriamo il Direttore del club, Valentina Panatero.

Signora Panatero, per il Golf Club Lugano il 2023 è stato un anno molto importante, per quale motivo?

Nel 2023 il Golf Club Lugano ha festeggiato i suoi primi 100 anni di storia, dalla sua inaugurazione nel 1923 fino ad oggi. Abbiamo ripercorso i momenti più significativi del nostro circolo insieme a molti soci, tanti dei quali hanno vissuto a pieno anche i passati traguardi e altrettanti soci si sono uniti a noi negli ultimi anni. La longevità del nostro club è data dal costante aumento di soci e di golfisti che si recano nella regione per passare le giornate sui campi soleggiati del Golf Club, dall’attrattività del gioco del golf, uno sport immerso nella natura e nel verde, e dalla calorosa accoglienza del nostro percorso.

In che modo avete festeggiato questa importante ricorrenza?

Innanzitutto, per festeggiare questa importante ricorrenza, il nostro caro Socio Enzo Pelli, ha redatto un bellissimo libro, “Cento anni di golf sulle rive della Magliasina”, in cui ha ripercorso interamente la storia del Circolo. Compito non semplice per Enzo, il quale è riuscito a raccontare i momenti più significativi e i passaggi fondamentali che hanno portato oggi alla realtà del Golf Club Lugano. È stato davvero abile nella redazione e nella scelta delle immagini più suggestive.

Riguardo invece agli appuntamenti per il centenario, il Golf Club Lugano ha ospitato diverse gare a livello nazionale a cui hanno partecipato presidenti, capitani e golfisti da tutta la Svizzera e dall’estero e altre riservate ai soci del circolo. Le nostre sezioni, ladies, senior e junior hanno contribuito allo svolgimento di manifestazioni specifiche per il centenario.

È stata inoltre allestita dal 12 maggio al 29 ottobre del 2023 l’esposizione temporanea “Capolavori en plein air” in collaborazione con Musec Lugano e con opere d’arte della Collezione Loi, maestri italiani del Novecento. Le sculture sono state posizionate lungo il percorso, in posizioni strategiche così da essere visibili da più parti del campo.

Infine, in novembre si è tenuta la cena delle istituzioni, con rappresentanti locali e nazionali, momento conclusivo di un anno molto ricco di avvenimenti

Ci parli un po’ della storia del club, come e quando nasce?

Il Golf di Lugano nasce da una storia d’amore. È stato costruito nel 1923 da Erwin von Riedemann, importante uomo d’affari tedesco, per la moglie Josefa von Riedemann, un’appassionata giocatrice di golf. All’epoca il percorso era di 9 buche; alcune delle quali sono tutt’ora utilizzate. Il Golf di quei anni contava una cinquantina di membri, la maggior parte dei quali era straniera. Nel 1970 grazie alle abilità del signor Donald Harradine, progettista di golf di grande successo, si riuscì ad estendere il percorso a 18 buche dal momento che i giocatori erano diventati troppo numerosi.

L’ampliamento del percorso fu complicato perché l’architetto aveva a disposizione 32 ettari di terreno e molti ostacoli al suo interno. Uno di questi era la presenza del fiume Magliasina, che come si può vedere ancora oggi viene più volte attraversato durante il gioco.

In seguito ad un incendio, avvenuto vent’anni dopo, fu costruita una nuova Club House. La nuova struttura e il percorso furono costantemente migliorati apportando modifiche e aggiunte fino a diventare come lo conosciamo noi oggi. Oggi il Golf Club gode della presenza di circa 750 soci.

Che caratteristiche e come è strutturato il Golf Club Lugano oggi?

Il Golf Club di Lugano si estende su due Comuni, quello di Magliaso e quello di Caslano, con sede legale in Magliaso. La struttura è composta dagli uffici del golf, da un negozio golfistico e da un ristorante aperto al pubblico. Abbiamo una segreteria che si occupa della parte di accoglienza, il cui ruolo oggi è ricoperto da Sophia. Al back office abbiamo un Responsabile Sportivo, Andrea Broggi, che si occupa insieme ai due addetti della parte golf, Domenico e Andrea, di tutta la parte agonistica del gioco del golf, dei regolamenti e del corretto funzionamento delle gare. Nella parte di logistica, servizio ai giocatori e manutenzione campo abbiamo circa 13 persone coinvolte, tra collaboratori fissi e stagionali.

Siamo un’associazione sportiva il cui scopo primario è quello della promozione del gioco del golf. Ogni anno il nostro obiettivo è quello di fidelizzare i nostri soci ma anche di attrarre nuovi giocatori ospiti.

Che consigli si sente di dare a chi vuole iniziare a giocare a golf e quali sono le condizioni per diventare socio del club?

Il gioco del golf è davvero appassionante. Parlo da golfista è vero; ma è realmente uno di degli sport più completi, che ti consente di giocare da solo, in coppia, in squadra e di essere in competizione con te stesso e il campo. Per chi non ha mai giocato a golf consigliamo di acquistare la promozione neofiti, così da poter prendere 5 lezioni con uno dei maestri e accedere al campo pratica per due mesi. Questo strumento consente di avvicinarsi al golf senza impegno. Al termine dei due mesi si può decidere di diventare un “Socio Neofita” per la durata di un anno e successivamente diventare un “Socio Temporaneo”.

Condividi!

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on LinkedIn
Share on Pinterest