Skip to content

Il piacere di avere un giardino

Il piacere di avere un giardino

Il Malcantone è una regione privilegiata, ricca di verde e di natura, in cui anche le abitazioni si fondono bene con il territorio. Sono molte, infatti, nella nostra regione le case dotate di un’area verde o di un giardino. 

Avere un’abitazione con un giardino è sicuramente un privilegio da non sottovalutare.

E’ bene sapere però che un contatto diretto e quotidiano con piante e giardini può diminuire lo stress e attenuare molti altri disturbi psicologici.

Il giardino può aumentare la nostra forma fisica mediante le attività di giardinaggio o una camminata, invogliati ad uscire di casa dalle splendide fioriture, da stanze e percorsi creati ad hoc per stuzzicare la nostra curiosità in ogni momento dell’anno.

Il giardino può aiutarci a riconnetterci con noi stessi, a ridurre la frenesia quotidiana facendoci soffermare su meravigliosi e piccoli dettagli.

Oltre a ristabilire il contatto con noi stessi, con la natura e con il mondo che ci circonda, il giardino ci aiuta anche a socializzare poiché può diventare il centro, il cuore, il fulcro della nostra vita sociale soprattutto durante la bella stagione.

Un giardino ben curato è uno spettacolo piacevole per gli occhi, ma per ottenere risultati soddisfacenti, sono necessarie cure e manutenzioni costanti. La manutenzione del giardino richiede l’utilizzo di alcuni strumenti di lavoro quali: rastrello, forbici da potare, seghetto, guanti, sacco dell’immondizia, tagliasiepi, tagliaerba. L’uso dell’attrezzatura dipende dalla grandezza del giardino e da ciò che vi è interrato. Per mantenere l’aspetto piacevole del giardino, bisogna eliminare le erbe infestanti, rasare il prato, tagliare la siepe, sostituire le piante di fiori marcite con altre in buono stato vegetativo, potare  eventuali piante, rastrellare il manto erboso per asportare le foglie secche che deteriorandosi potrebbero favorire l’insorgere di malattie micotiche.

In primavera-estate, il prato va irrorato quotidianamente. Nei mesi più caldi, quando l’acqua evapora prima, sono necessarie più annaffiature. Il manto erboso va tagliato ad un’altezza appropriata: non tanto alto, e non tanto basso da svigorire le radici. In primavera è preferibile tagliare alto per incoraggiare la ripresa vegetativa. In estate è preferibile rasare a livello normale. Nelle zone calde la tosatura alta è praticata per mantenere fresche le radici. Nelle zone d’ombra facilita il processo di fotosintesi. La frequenza del taglio dipende dalla velocità di crescita del prato. Le concimazioni sono importanti per compensare le asportazioni degli elementi nutritivi associati ai frequenti tagli.

La manutenzione del giardino sono lavori per gli amanti del fai-da-te. Se non si hanno grandi pretese è una mansione che si può svolgere anche da soli, basta avere a disposizione tutti gli attrezzi necessari.

Quando si tratta di valutare la condizione di un terra di un giardino p che si trova in condizioni critiche è sempre meglio rivolgersi immediatamente ad un professionista: solo lui potrà determinare quali lavori andranno effettuati e in che ordine, soprattutto nel caso in cui ci sia la possibilità di riqualificare il giardino piuttosto che effettuare una realizzazione da zero.

Condividi!

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest