Skip to content

L’attività fisica in inverno

L’attività fisica in inverno

Le giornate si accorciano, il freddo inizia a fare capolino, le gelate mattutine diventano una consuetudine; questi eventi annunciano, senza alcun dubbio, l’arrivo dell’inverno. Il calo delle temperature, e le ore di buio, hanno un effetto negativo su molte persone, inducendo una sensazione di malinconia. L’inverno è anche un periodo particolarmente delicato per l’organismo. Tuttavia, rafforzando le difese immunitarie, non rinunciando all’attività sportiva, e seguendo dei piccoli consigli si giungerà comunque alla stagione primaverile in piena forma. Fare attività fisica e praticare sport durante l’inverno può sembrare difficile, ma oltre che essere possibile è assolutamente necessario, per combattere gli eccessi alimentari delle festività, per i vantaggi in termini di salute e per non perdere la forma fisica acquisita durante la bella stagione.    

Per chi ama l’allenamento e la vita all’aria aperta l’inverno può essere visto come un periodo di transizione. L’ostacolo più grande spesso è quello della motivazione, resa più difficile dalle condizioni climatiche tipiche della stagione fredda. Il primo fattore su cui dobbiamo agire è dunque quello mentale. Dobbiamo superare il blocco emotivo che ci spinge a preferire la poltrona e presto scopriremo i benefici dell’attività fisica invernale. Un trucco sempre efficace è quello di pianificare le proprie attività e porsi degli obiettivi, un buon programma riduce drasticamente le possibilità di auto sabotaggio.

Sono svariate le motivazioni che ci devono spingere a superare la pigrizia. L’attività fisica riduce i disturbi dell’umore dovuti alla diminuzione delle ore di luce e ci aiuta a contrastare i malanni di stagione come influenza e raffreddore. Non è necessario esagerare con l’attività fisica, anche semplicemente una passeggiata mattutina, una corsetta leggera o un giro in bici nelle ore più tiepide ci permettono di avere immediati benefici. Fondamentale però è  essere cauti, dobbiamo infatti, valutare con attenzione le nostre condizioni fisiche e le condizioni climatiche prima di intraprendere attività fisica nei mesi freddi. Il freddo ha un effetto vasocostrittore, con le temperature basse il rischio di traumi e infortuni aumenta e quindi l’attenzione deve essere superiore al solito. Nel caso di problemi meglio consultare il proprio medico, per valutare il grado di intensità dell’attività fisica a cui ci si può dedicare nei periodi più freddi. Particolarmente importante diventa il momento del riscaldamento, è necessario portare muscoli e tendini alla giusta temperatura prima di cominciare qualsiasi attività fisica all’aperto. Una corsetta leggera, qualche esercizio di stretching dinamico, leggere torsioni o allungamenti, permettono di prepararsi al meglio ed evitare inconvenienti. Alla fine di ogni allenamento, non dimenticatevi di far raffreddare e decontrarre i muscoli, camminando con calma ma restando sempre in movimento.

Ovviamente non è sempre possibile uscire per allenarsi all’aperto nei mesi freddi. Buio, ghiaccio e pioggia possono comportare rischi inutili. Possiamo integrare le attività all’aria aperta con attività da svolgere a casa o in palestra come yoga, pilates, cyclette, tapis roulant ecc. Nel fine settimana, quando abbiamo più tempo, possiamo goderci poi qualche escursione semplice in montagna o anche nella natura vicino a casa. I paesaggi invernali del Malcantone offrono sempre emozioni e un fascino unico.

Muoverci ci aiuta a produrre endorfine, migliora l’umore e il benessere e ci fa arrivare preparati ai mesi estivi. Importante alimentarsi in maniera adeguata, nei mesi freddi abbiamo bisogno di più calorie. Una buona bevanda calda prima di uscire e dopo l’allenamento può essere molto utile. Ricorda poi che anche con il freddo è fondamentale idratarsi bene per non perdere minerali durante lo sforzo fisico.

Condividi!

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest